Purè di patate: ricetta classica e regole per non sbagliare

0

Purè di patate mon amour! Da piccolina non lo mangiavo spesso, mia mamma ha sempre preferito delle semplici patate lesse schiacciate, o a vermetti come le chiamavamo io e mia sorella da piccoline 😀 , condite con olio e.v.o. e sale (e per carità per una come me che mangerebbe patate a colazione, pranzo e cena vanno benissimo comunque eh) ma quando sono andata a vivere per conto mio il purè è stata una di quelle preparazioni che ho subito voluto imparare a fare per bene.

I miei segreti per un purè perfetto? Te li confido in questo articolo! 

Prima però diamo un’occhiata a quella che per me rappresenta la versione classica di questa preparazione

 

 

Info nutrizionali per porzione 

  • Kcal 302.41
  • Grassi 8.86 g
  • Carboidrati 48.21 g (di cui zuccheri 4.84 g)
  • Proteine 10.31 

Per la tabella completa visita il mio ricettario Oreegano 

Preparazione: 15 min 
Cottura: 30/40 min 
Pronto in: 45 min 

Ingredienti (2 porzioni)

  • patate a pasta bianca 500 g 
  • latte 100 ml
  • burro 10 g
  • parmigiano grattugiato 20 g 
  • noce moscata q.b. 
  • sale q.b. 

 

Preparazione

Per prima cosa lavo le patate a pasta bianca e le ripongo, complete di buccia, in una pentola insieme ad abbondante acqua fredda salata quindi, una volta raggiunto il bollore, lascio cuocere per circa 30-40 minuti

Una volta che le patate risulteranno cotte uniformemente (provo ad infilzarle con una forchetta per verificare che siano cotte anche al centro) le sbuccio subito e le schiaccio con un passapatate

 

A questo punto trasferisco le patate schiacciate in una casseruola antiaderente, accendo il fuoco e unisco il latte precedentemente scaldato e la noce moscata grattugiata

 
Quando il latte si sarà assorbito completamente spengo il fuoco, aggiungo il burro ed il parmigiano e manteco fino a completo assorbimento di entrambi gli ingredienti. Infine aggiusto di sale e servo immediatamente il mio purè
 

Buon appetito!

 

Consigli per un risultato perfetto

Dopo averti raccontato come preparo il mio purè di patate voglio lasciarti qualche consiglio per ottenere un risultato buono, gustoso e privo di grumi:

Patate, scegli quelle giuste!

Ebbene sì le patate non sono tutte uguali! Alcune infatti si prestano a preparazioni quali purè, gnocchi, sformati e tutti quei casi in cui devono essere bollite, schiacciate o passate mentre altre sono più adatte da cuocere al forno o fritte. Questa differenza dipende dalla quantità di amido contenuto, il quale determina una maggiore o minore resistenza alla cottura. L’utilizzo quindi di una patata troppo ”resistente” potrebbe compromettere il risultato e rendere il purè tutt’altro che liscio ed omogeneo. Le patate ottimali per preparazioni di questo tipo sono quelle a pasta bianca. 

(Per saperne di più sulle patate ed i loro diversi usi dai un’occhiata qui)

No alla forchetta? Sì allo schiacciapatate

Sebbene io sia una grande fan delle patate lesse schiacciate con la forchetta e condite semplicemente con olio e.v.o. ed un pizzico di sale, per preparare un perfetto purè è necessario che le patate vengano passate perfettamente (meglio se un paio di volte) con lo schiacciapatate o, in sostituzione, con il passaverdure. Utilizzando la forchetta infatti la consistenza finale potrebbe risultare un po’ troppo grossolana, lasciando spazio a grumi indesiderati.

Il latte? Meglio caldo 

Dopo avere effettuato delle prove mi sono resa conto che scaldare il latte prima di aggiungerlo garantisce un risultato di gran lunga migliore di quello ottenuto utilizzando latte freddo o a temperatura ambiente. Con questo escamotage infatti il latte si lega meglio e più fretta alle patate schiacciate, scongiurando quell’antipaticissimo effetto di purè che ”perde” latte.

Mantecatura? Sì, ma a fuoco spento

Il purè, così come altre preparazioni, va assolutamente mantecato a fuoco spento. Effettuando quest’operazione sul fuoco si rischia infatti un risultato troppo asciutto e una consistenza indesiderata. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e, se vuoi lasciarmi un consiglio, un feedback o semplicemente fare due chiacchiere lascia un commento qui sotto, sulla pagina Facebook o sul mio profilo Instagram

Ciao e al prossimo articolo!

 

 

Chiara

Blogger
Appassionata di alimentazione e benessere
Laureanda in Scienze dell'alimentazione e gastronomia presso l'Università San Raffaele di Roma
Chiara

Warning: A non-numeric value encountered in /home/ilpiatt4/public_html/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 353