Il pesto alla genovese è probabilmente la preparazione a base di basilico fresco più famosa della tradizione italiana. 

In questo articolo ti mostro come preparo solitamente un pesto di basilico in pochi minuti.

Come noterai dalla lista degli ingredienti ho omesso l’aglio (in famiglia non tutti lo amano) ma, se vuoi attenerti alla ricetta originale, puoi aggiungerne uno spicchio tritato. 

Un altro aspetto che rende questa ricetta semplificata e più veloce nell’esecuzione è l’utilizzo del minipimer al posto del mortaio (genovesi perdonatemi ma i tempi si riducono notevolmente!! 😛 ). 

L’utilizzo del frullatore può essere però rischioso poiché il calore prodotto durante il suo utilizzo potrebbe riscaldare il basilico e renderlo amarognolo. Per ovviare a questo problema utilizza il mipimer, di cui avrai riposto le lame in frigorifero per un’ora prima di iniziare, alla velocità minima e frullando ad intervalli. 

Ingredienti (200g di pesto) 

      • 40 g di basilico fresco
      • 80 g di parmigiano reggiano (o 60 g di parmigiano e 20 di pecorino)
      • 60 g di olio e.v.o. 
      • 5 g di pinoli sgusciati 
      • 1 spicchio d’aglio (opzionale)
      • sale 

Preparazione

Per prima cosa pulisci le foglie di basilico, senza bagnarle utilizzando semplicemente un panno morbido oppure lavandole ma facendo attenzione a non rovinarle e facendole asciugare perfettamente

A questo punto riponi nel bicchiere apposito le foglie di basilico, i pinoli, l’aglio (opzionale), l’olio e.v.o. a filo e comincia a frullare con il minipimer
 
 

Aggiungi quindi il formaggio grattugiato, mescola per bene (se necessario utilizza ancora il minipimer) e aggiusta infine di sale

Il tuo pesto alla genovese fatto in casa è pronto 🙂 

Puoi utilizzarlo subito per condire la pasta o per altre preparazioni (a me ne basta un cucchiaino per una porzione da 80/100 g di pasta diluito con un po’ d’acqua di cottura), conservarlo in frigo per una settimana circa chiuso in un contenitore adatto (io uso i barattolini per conserve da 13 cl di Ikea) oppure congelarlo e usarlo all’occorrenza. 

Ti interessano altre ricette di questo tipo? Prova il pesto di zucchine o la crema di peperoni 😉 

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e, se vuoi lasciarmi un consiglio, un feedback o semplicemente fare due chiacchiere lascia un commento qui sotto o sulla pagina Facebook 🙂

Ciao e al prossimo articolo!

Chiara

Chiara

Blogger
Appassionata di alimentazione e benessere
Laureanda in Scienze dell'alimentazione e gastronomia presso l'Università San Raffaele di Roma
Chiara

Warning: A non-numeric value encountered in /home/ilpiatt4/public_html/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 353