Ciao a tutti!

Anche a voi capita di sentirvi un po’ Homer Simpson ogni tanto?

In questo articolo trovate la preparazione delle donuts (o meglio doughnuts), le classiche ciambelle super-colorate made in USA.

Ingredienti (per 18 ciambelle piccole)

  • 250 gr di farina 00
  • 250 gr di farina manitoba
  • 250 ml d’acqua a temperatura ambiente
  • 50 gr di burro
  • 60 gr di zucchero
  • 25 gr di lievito di birra (un cubetto)
  • 1 uovo
  • 5 gr di sale
  • 1 bustina di vanillina

Preparazione

Sciolgo il lievito con acqua tiepida e unisco poi lo zucchero, metà della farina, l’uovo, il burro (che ho fatto nel frattempo ammorbidire lasciandolo fuori dal frigo) e la vanillina.

Comincio ad impastare.

Aggiungo il sale e, a poco a poco, la farina rimanente.

Una volta ottenuto un composto omogeneo mi trasferisco sulla spianatoia infarinata.

Lavoro ancora un po’ e formo una palla, che metto poi a riposare in una ciotola infarinata coperta da un panno umido per circa 30 minuti.

Prendo l’impasto e lo lavoro di nuovo sulla spianatoia per qualche minuto e lo faccio poi lievitare per circa 1 h.

Sposto quindi di nuovo il composto sulla spianatoia e lo stendo con un mattarello fino ad ottenere uno spessore di circa 1cm.

Con un bicchiere formo dei cerchi di pasta (io ho usato il classico bicchiere nutella), che metto poi a lievitare su un piano infarinato coperti da pellicola trasparente e da un panno per circa 30 minuti, dopo avergli dato la classica forma a ciambella utilizzando per il buco al centro un bicchiere più piccolo o altro.

Consiglio: potete utilizzare le palline di pasta ottenute dalla preparazione delle ciambelle per preparare dei mini dolcetti molto sfiziosi (vedi gallery in fondo all’articolo 😉 )

Dato che le ciambelle ottenute gli scarti di pasta rilavorata saranno più lenti nel lievitare procedo alla cottura seguendo l’ordine di preparazione (e di conseguenza di lievitazione).

Dispongo quindi le ciambelle su una teglia ricoperta da carta forno e le cuocio in forno preriscaldato a 220° per circa 5-10 minuti fino a quando non saranno belle dorate (controllate attentamente la cottura, ci vuole un attimo a bruciarle!)

Dopo averle fatte raffreddare un pochino passo alla fase di decorazione: potete preparare una glassa fondendo il cioccolato fondente a bagno maria o utilizzando acqua, zucchero a velo e colorante alimentare, terminando poi con una spolverata di nocciole tritate, codette di cioccolato, palline colorate, granella al pistacchio ecc…..

Le ripongo infine in frigo per qualche ora per far raffreddare la glassa.

Grazie per aver letto l’articolo e… come direbbe il nostro caro amico giallo “mmm…ciaaaambelleeee!” 🙂

Fonti: http://vivalafocaccia.com/
Cosa usiamo per registrare i nostri video: Nikon D3200

Chiara

Blogger
Appassionata di alimentazione e benessere
Laureanda in Scienze dell'alimentazione e gastronomia presso l'Università San Raffaele di Roma
Chiara

Warning: A non-numeric value encountered in /home/ilpiatt4/public_html/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 353