In questa review voglio parlarvi di un prodotto che ho trovato nella Degustabox di Aprile (se non sai di cosa si tratta clicca qui), il Bio farrotto ai porcini della marca Poggio del farro. 

Cominciamo col dire che si tratta di uno di quei prodotti disidratati che necessitano dell’aggiunta di sola acqua per essere pronti in pochi minuti. Ho già provato in passato prodotti di questo tipo, solitamente a base di riso, ed effettivamente sono molto comodi per un pasto veloce.

Ingredienti

Farro perlato 92.8%, funghi porcini secchi (boletus edulis e relativo gruppo) 4.5%, brodo vegetale granulare (sale, farina di riso, carota, porro, cipolla, pomodoro, prezzemolo , curcuma, olio di semi di girasole, erba cipollina, alloro), prezzemolo disidratato, aglio disidratato (senza glutammato aggiunto) (*Bio)

Valori nutrizionali medi per 100g

 Energia1433KJ / 339 Kcal
Grassi

di cui acidi grassi saturi

1,6g

0,3g

Carboidrati

di cui zuccheri

67g

1,3g

Fibre7,8g
Proteine11g
Sale0,82g

L’azienda ci propone due diversi modi per preparare il farrotto: come zuppa, rosolando con olio e.v.o., sfumando con del vino bianco e aggiungendo del brodo vegetale, oppure come se fosse un risotto, aggiungendo semplicemente del brodo vegetale e terminando con un filo d’olio e.v.o.

Personalmente l’ho preparato come un risotto, aggiungendo del brodo caldo un po’ alla volta e cuocendo per 20 minuti circa a fuoco medio.

Mi è piaciuto il risultato? Sinceramente sì

Ho notato un miglior risultato rispetto ad altri prodotti dello stesso tipo, sia in termini di gusto che di consistenza finale. Oltretutto spesso i prodotti disidratati abbondano in sale e grassi saturi, mentre in questo caso la lista degli ingredienti utilizzati mi sembra tutto sommato equilibrata e ben fatta per essere un prodotto confezionato. 

Lo ricomprerei? Anche in questo caso la mia risposta è sì

Come vi dicevo ho già provato altri prodotti di questo tipo e devo dire che tra tutti questo è quello che mi ha soddisfatta maggiormente. Oltretutto 2,50€ per 250g (3 porzioni) mi sembra un buon prezzo per un prodotto bio certificato. 

Per contro se proprio vogliamo trovare qualche difetto a questo prodotto c’è in primis il fatto che i prodotti utilizzati provengono sia da agricoltura UE che NON UE (personalmente avrei preferito un prodotto totalmente made in Italy).

In secondo luogo il fatto che non possa essere cotto al microonde, come invece altri prodotti dello stesso tipo prevedono, potrebbe penalizzarlo, anche se a parer mio si ottiene comunque una cottura migliore cuocendolo in pentola. 

Spero di essere stata abbastanza esaustiva con questa review, in ogni caso vi lascio il link al sito ufficiale per ogni altra info –> Poggio del Farro

E voi che mi dite, consumate prodotti di questo tipo? Fatemi sapere la vostra opinione qui sotto 😉

Spero che questa review ti sia stata utile e, se vuoi lasciarmi un consiglio, un feedback o semplicemente fare due chiacchiere lascia un commento qui sotto o sulla pagina Facebook 🙂

Ciao e al prossimo articolo!

Chiara

Chiara

Blogger
Appassionata di alimentazione e benessere
Laureanda in Scienze dell'alimentazione e gastronomia presso l'Università San Raffaele di Roma
Chiara